METODOLOGIE E FLESSIBILITA’

L’AREA DELL’ORGANIZZAZIONE METODOLOGICA E DELLA FLESSIBILITA’

La ricerca metodologica assume già da anni un significato importante per la crescita professionale del corpo docente e quale elemento cardine per favorire la qualità degli apprendimenti e il successo formativo degli alunni .

Per questo il nostro Istituto sta lavorando sulla formazione del personale e sull’accompagnamento delle sperimentazione delle nuove metodologie didattiche quali : l’apprendimento cooperativo, peer to peer education, la didattica laboratoriale, l’utilizzo delle nuove tecnologie nella didattica.

In questo contesto l’Istituto prevede percorsi didattici di sperimentazione metodologica come la metodologia CLIL (Potenziare l’insegnamento/apprendimento di una seconda lingua, utilizzandola come veicolo per l’apprendimento di altri contenuti), i gemellaggi elettronici (E-twinning), le Avanguardie Educative, utilizzando le opportunità offerte dalle ICT e dai linguaggi digitali, per cambiare gli ambienti di apprendimento e rivedere l’organizzazione della didattica, del tempo e dello spazio del «fare scuola».

Accanto alle metodologie l’Istituto pone particolare attenzione alla progettazione didattica, sfruttando gli spazi di autonomia e flessibilità previsti dal DPR 275/1999, volti al recupero e al sostegno delle fragilità ed al potenziamento delle eccellenze e degli interessi specifici di ogni alunno. E’ infatti prevista alla Scuola Secondaria una pluralità di percorsi formativi opzionali pomeridiani, per la personalizzazione del curricolo quali: il laboratorio artigiano, il corso di scacchi, il corso di latino, i corsi di preparazione alla Patente Europea del computer, l’orchestra dei fiati, la certificazione straniera di lingua inglese Ket, i corsi di teatro, la sezione musicale, la partecipazione alle attività del Centro Sportivo.

Per quanto riguarda invece l’individualizzazione del percorso didattico, volta al superamento di eventuali difficoltà dei ragazzi, la scuola, oltre all’assistenza allo studio pomeridiano con l’utilizzo dell’organico di potenziamento, offre corsi di recupero nelle diverse discipline in orario extra scolastico e soprattutto momenti di articolazione flessibile del gruppo classe, per gruppi di livello, in orario scolastico. Quest’ultima forma di flessibilità è ampiamente diffusa anche nelle scuole Primarie dove sistematicamente, attraverso anche i docenti dell’organico potenziato, si organizzano attività di recupero e potenziamento, per gruppi di livello, a classi aperte. Le attività di recupero proposte sono volte anche al consolidamento per i ragazzi dei saperi minimi, dei nuclei fondanti di ogni disciplina.

Nell’anno scolastico 2017/18 spazio significativo per l’organizzazione metodologica e la flessibilità diventa l’Atelier Creativo realizzato alla scuola secondaria Nievo grazie ad un finanziamento del MIUR.